MENU

NEWS

Un “dolce paradiso” di grazia e di santità

ESTRATTO DEL MARIA DI FATIMA - N°3, APRILE-MAGGIO 2020

MARIA DI FATIMA - n°4, Giugno 2020

 

Alla Cova d’Iria risplende Maria

UN “DOLCE PARADISO” DI GRAZIA E DI SANTITÀ

di padre Cesare Cuomo icms

Le apparizioni di Fatima esaltano il ruolo eminente che la Vergine Maria occupa nell’opera della Redenzione.
Per la sua missione, Dio l’ha rivestita di singolari grazie, doni e privilegi che non si trovano, né mai si troveranno, in alcun’altra creatura.

 

 

Il messaggio di Fatima mette in grande rilievo l’importanza di alcuni dogmi mariani. Nel dicembre del 1925, la Madonna apparve a Lucia, a Pontevedra, in Spagna, affidandole la missione di divulgare la devozione dei “cinque primi sabati” del mese. A fine maggio del 1930 le apparve, invece, Gesù, che le spiegò perché i primi sabati dovevano essere cinque: “Figlia mia, il motivo è semplice. Ci sono cinque specie di offese e di bestemmie proferite contro il Cuore Immacolato di Maria: le bestemmie contro l’Immacolata Concezione, le bestemmie contro la sua verginità, le bestemmie contro la sua maternità divina, rifiutando al tempo stesso di riconoscerla come Madre degli uomini, le bestemmie di coloro che cercano pubblicamente di infondere nel cuore dei bambini l’indifferenza o il disprezzo od anche l’odio nei riguardi di questa Madre Immacolata, le offese di coloro che la oltraggiano direttamente nelle sue sante immagini”.
Dunque, il Signore ha chiesto riparazione contro cinque specie di peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria, e ben tre fanno riferimento ai dogmi mariani.

 

NEL SUO CUORE SIAMO “DI CASA

La Madonna non si è presentata come l’Immacolata Concezione, come fece a Lourdes, ma ha fatto tanti riferimenti al Suo Cuore Immacolato, raccomandandone espressamente la devozione. Se il Cuore, cioè l’intimo più profondo della Vergine Maria, è esente da ogni influsso di peccato, è perché il peccato non ha avuto alcun influsso su tutta la sua persona, sin dal suo Concepimento.
Nel suo Cuore possiamo trovare rifugio sicuro, dimorare tranquilli perché, esente dal peccato, non c’è minaccia o insidia che ci possa ingannare o fare del male.
Affidandoci al Suo Cuore Immacolato ci troviamo quindi a nostro agio, proprio come se fossimo a casa nostra; anzi, rifugiati nel suo Cuore, siamo proprio a casa. Che cosa ci può essere, infatti, di più confortevole e rasserenante, in una casa, del cuore premuroso di una madre? Ebbene, il conforto che possiamo trovare nel Cuore di Maria supera quello di tutte le Madri del mondo, proprio perché in Lei non ci sarà mai ombra di peccato o di debolezza umana, che possa affievolire la potenza del suo conforto. E la certezza rassicurante che la Madonna agisce, con noi, in questo modo viene proprio dal fatto che Gesù stesso ce l’ha donata come Madre.

 

A FATIMA, MADRE

Fatima ci offre inoltre una conferma “visiva” della maternità divina di Maria, quando, ad ottobre, i Pastorelli ebbero anche l’apparizione della Sacra Famiglia: “nell’immensa distanza del firmamento vedemmo, accanto al sole, S. Giuseppe col Bambino e la Madonna, vestita di bianco, con un manto azzurro”. Questo, non prima che la Madonna esprimesse il suo rammarico per l’ingratitudine di noi uomini -figli “adottati” da Maria- nei confronti del suo Divino Figlio: “Non offendano più Dio, Nostro Signore, che è già tanto offeso”, e che Suor Lucia stessa rimarcherà poi nelle sue “Memorie”: “Che lamento amoroso e che tenera richiesta! Oh, se potesse echeggiare in tutto il mondo e se tutti i figli della Mamma celeste ascoltassero il suono della Sua voce!”.
La Madonna, per divina ispirazione, si è consacrata con la totalità del suo essere a Dio e alla missione da Lui affidatale. Per questo Dio, incarnandosi nel suo purissimo seno, ha giudicato opportuno preservarla anche da ogni forma di corruzione fisica e, quindi, da ogni inevitabile ripiegamento naturale su se stessa, che avrebbe in qualche modo limitato l’offerta piena e totale di sé.
Essere Madre di Dio richiedeva, quindi, il lasciarsi assorbire totalmente da Lui, ma anche essere Madre di tutti gli uomini richiedeva un pieno coinvolgimento del suo essere. Il suo Cuore doveva essere così grande da offrire uno spazio a tutti gli uomini che avrebbero calcato la scena di questo mondo, secondo le caratteristiche personali di ciascuno.

 

SVANITA È LA BUFERA AL TUO APPARIRE

Le apparizioni di Fatima rivelano, ancora una volta, nella storia, la piena adesione della Vergine Maria ai sentimenti, alla volontà, all’amore e ai progetti di Dio, nonché il suo amore che vigila, trepida e opera per la salvezza e la santità di ogni uomo.
Alla luce di questo, capiamo perché il Signore abbia chiesto i cinque sabati in riparazione dei peccati commessi contro il Cuore Immacolato di Maria, e non contro guerre, povertà o le tante forme di ingiustizia esistenti nel mondo, che a prima vista a noi potrebbero sembrare più gravi.
Per comprenderlo, va considerato quanto sia oltraggioso offendere quella creatura, talmente prediletta da Dio, al punto da essere quella da cui Egli volle assumere la natura umana. Sottovalutare o disprezzare la Vergine Maria è, inoltre, quanto mai ingiusto, considerando ciò che Ella ha fatto e continua a fare per ogni uomo.
I dogmi mariani, quindi, rivestono per noi un’importanza fondamentale: se la Madonna fosse stata una donna come tutte le altre, priva di quelle grazie, doni e privilegi che le attribuisce la fede della Chiesa e che la rendono unica tra tutte le donne, nulla avrebbe potuto e potrebbe fare per gli uomini.
Invece, ricorriamo fiduciosi a Lei anche nelle tempeste della vita, proprio se siamo consapevoli della eminenza della sua persona e del potere che ha ricevuto da Dio per la nostra salvezza.
Offendendola e ostinandosi a rifiutare il suo materno patrocinio, gli uomini diventato, purtroppo, artefici della propria rovina, sempre più vittime del peccato e dei flagelli che direttamente o indirettamente ne derivano.
La pace tra gli uomini -e di questi con la natura stessa- si potrà realizzare, prefigurando quella che regnerà nella futura patria celeste, solo riscoprendo e valorizzando nel tempo presente la grandezza di quella creatura che Dio ha dato agli uomini come Madre.
Riassume davvero bene la bellezza e gli effetti delle prerogative mariane la strofa che siamo abituati a cantare nel corso della Novena dell’immacolata Concezione: “Immacolata, Vergine santa, Madre di Dio e dolce paradiso, svanita è la bufera al tuo apparire, sorride la natura tutta in fiore

 

***

 

Per ricevere una copia omaggio della Rivista Maria di Fatima,
abbonarsi, rinnovare l’abbonamento o qualsiasi informazione,
contattaci al 06 66541875 (lun – ven 9.30-12.00),
o inviaci una mail all’indirizzo: rivistamariadifatima@yahoo.it

 

 

in Evidenza

La devozione riparatrice dei "CINQUE PRIMI SABATI DEL MESE"
Meditando i misteri dolorosi, consoliamo il Cuore Immacolato di Maria

Litanie del Preziosissimo Sangue
Ci hai salvati, Signore, con il tuo Sangue

DOMENICA 28 GIUGNO - XIII dom. del Tempo ordinario
LUCE SUL MIO CAMMINO - La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

PRIMO SABATO DEL MESE
Per consolare il Cuore Immacolato di Maria

Primeiro Sabado
17h00 adoração e terço 18h00 Missa

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Gesù è il pane, la fonte d'acqua viva per la nostra fame e per la nostra sete, egli è il pastore, la nostra guida, il nostro esempio, il nostro conforto, il nostro fratello. (Beato Paolo VI)