MENU

NEWS

ABBIAMO VISTO L'AMORE VINCERE

Il racconto di una giovane coppia di sposi

di Leonardo ed Elisabetta

I nostri primi passi nell’Amore sono iniziati col cammino vocazionale ad Assisi nell’agosto 2017: da lì per un intero anno più volte siamo tornati per frequentare le esperienze formative dei Frati Minori (Servizio Orientamento Giovani). Questi insegnamenti ci hanno aiutato a fondare il nostro fidanzamento su tre pilastri: dialogo, preghiera e castità.

Negli anni successivi non sono mancate le difficoltà e le discussioni, come anche confronti sinceri e dialoghi cuore-a-cuore, esperienze profonde di spiritualità e faticose camminate alpine, paradigma del nostro quotidiano. Nelle fasi delicate di crescita personale e discernimento vocazionale siamo stati accompagnati dal nostro Padre spirituale, appartenente alla FCIM, e dalla comunità di Montignoso, luogo a noi vicino e da sempre molto caro.

Il desiderio di entrare pienamente nella nostra vocazione col matrimonio è stato presente sin da subito, ma sono stati necessari e benedetti circa tre anni per purificarlo, verificarlo e rafforzarlo. Uniti dall’amore a Lui e fiduciosi della sua Provvidenza, abbiamo compreso che i tempi erano maturi per pronunciare il nostro , per offrire sull’altare la nostra piccola vita e riceverne un’altra a due, anzi a Tre, per mezzo della Sua Grazia.

Avevamo scelto la data 21/03/21 perché rappresentava l’essenza del matrimonio per noi: da 2 diventiamo 1 ma in realtà siamo in 3, con Gesù, lo Sposo della nostra coppia. Coincideva, inoltre, con il primo giorno di Primavera, segno della nuova vita che fiorisce, e di domenica, giorno della Resurrezione.

In seguito, abbiamo scoperto che tale giorno cadeva in Quaresima, tempo di preghiera, elemosina e digiuno, tempo per fare spazio ad accogliere l’Amore di Dio per noi, manifestato nella sua Passione e Resurrezione. Inizialmente, questa consapevolezza ci ha destabilizzati, considerato che fino a non molto tempo fa non era consentito celebrare le nozze in questo tempo di silenzio e raccoglimento per la vita di un cristiano. Per di più, col passare dei mesi e il nuovo aggravarsi della situazione pandemica, altre rinunce ci sono state chieste per adeguarci alle disposizioni sanitarie e alle limitazioni per le presenze e i festeggiamenti.

Ciononostante, rinnovando seppure con fatica ogni giorno la nostra fiducia nella sua Promessa, abbiamo scelto di mantenere la data e vivere il nostro giorno in piena comunione con la Chiesa e con la realtà, obbedendo alle “potature” previste e riconoscendo come dono per noi l’invito alla Sobrietà.

Il 21 marzo 2021 ci siamo sposati in zona rossa, in una Pieve in cima a un monte, nel bel mezzo della campagna sanminiatese, ma non per questo lontani o soli. Il Signore ha trasfigurato i nostri volti e il nostro fragile amore umano di fronte ad un’assemblea gremita (ma distanziata, giunta sin da lontano), con una celebrazione intima e sentita, oltre che grandiosamente partecipata e animata. Una Sua manifestazione che ha superato le nostre aspettative e ogni misura o limite, giungendo nelle case di tutti coloro che volontariamente o casualmente si erano connessi sui social network, dove avevamo condiviso “la diretta” per poter permettere di seguire ai malati, agli anziani e a chi non poteva raggiungerci diversamente. La sobrietà e la piccolezza sono state da Lui moltiplicate in Bellezza e Pace per centinaia di persone. Noi eravamo inconsapevoli protagonisti di un’opera grande dall’impensabile risonanza mediatica e spirituale per noi e per i tanti cuori in ascolto, bisognosi di speranza in tempi di chiusura.

Nonostante pandemia, restrizioni e tanti ostacoli per noi e gli invitati, tutto è stato ricolmato e ricompensato in sovrappiù e immeritatamente. Nella sua unicità, non è mancato niente... Abbiamo visto l’Amore vincere!

A fine giornata, infine, ci siamo recati al Santuario di Montignoso per offrire in dono un mazzo di fiori alla Vergine Maria, in segno di ringraziamento per la sua santa protezione e di affidamento della nostra giovane famiglia.

Il nostro iniziale cammino da sposi si è rivelato più in salita del previsto: non sono mancate le incomprensioni e gli scontri che ci hanno costretto fin da subito a metterci a nudo nelle nostre fragilità, così intime e antitetiche, e ad un continuo rimettersi in discussione per ritrovare l’altro e non perdersi. Custodire la comunione dalle difficoltà e dalle insidie della nostra realtà relazionale è stato, ed è ancora talvolta, una prova importante che riusciamo a sostenere solo perché ancorati e fiduciosi nell’Amore di Dio che ci ha scelti e voluti insieme prima di noi e nonostante i nostri limiti. Abbiamo così presto scoperto che veramente la nostra chiamata è più grande della nostra miseria umana e solo proiettandosi verso di Lui possiamo rimanere fedeli al nostro .

A ottobre 2021 abbiamo scoperto di essere in attesa di una creatura, un dono che esprimeva tutta la fiducia benevolente del Cielo sulla nostra coppia nonostante la nostra piccolezza. Purtroppo, dopo un paio di mesi questo nostro primo figlio è salito alla Gloria celeste, lasciando in noi uno sgomento ed un dolore difficilmente descrivibile. Una croce che ci ha uniti visceralmente e ci ha fatto riscoprire la potenza del sacramento delle nozze: una sola carne nella gioia e nel dolore, con la grazia di Cristo.

In quelle settimane il Padre non ha fatto mancare la sua premurosa attenzione attraverso eventi, persone e momenti di preghiera, con i quali ha ricolmato il nostro cuore di consolazione. Con questa dolorosa perdita e con l’affidamento della nostra creatura alle cure della Mamma celeste sentiamo come se il nostro matrimonio sia stato precocemente intinto di Cielo per donarci un aiuto prezioso dal forte potere d’intercessione sulla nostra famiglia, e per ricordarci di tenere gli occhi puntati in Alto per non smarrire la Meta, dove nostro figlio ci attende per godere insieme della Felicità Eterna.

Il 2 giugno, consacrandoci al Cuore Immacolato di Maria nel Santuario di Montignoso, luogo a noi carissimo e fondamentale per i nostri primi passi nell’Amore, abbiamo detto il nostro sì a Colei che fin dal primo giorno del nostro fidanzamento non ci ha fatto mai mancare la sua materna protezione. Entrati a far parte della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria, nell’agosto di quest’anno abbiamo partecipato al pellegrinaggio a Fatima, dove abbiamo vissuto momenti di forte spiritualità. Sui luoghi delle apparizioni abbiamo potuto rendere grazie a Dio per tutto ciò che di bello ha compiuto in noi e affidarci alla potente e materna protezione di Maria, la quale – lo diciamo con grande fiducia – continuerà ad ottenerci Grazie immeritate come da sempre ha fatto.

Oggi possiamo confermare quanto custodivamo nel cuore il giorno delle nozze: Sposarsi in Quaresima e in tempo di pandemia ha significato per noi esprimere la volontà di voler crescere insieme nella rinuncia al proprio egoismo (digiuno), nel dono di sé (elemosina) e nell'intimità con Lui (preghiera) per fare spazio al suo Amore che, abbiamo sperimentato, ci benedice e rende felici.

in Evidenza

IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 29 gennaio 2023 - ANNO A
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

“Vivere in pienezza l’AZIONE LITURGICA”
Udienza ai partecipanti al corso del Pontificio Istituto S. Anselmo per responsabili diocesani delle celebrazioni liturgiche, 20.01.2023

DUE SUPER-NONNI SPECIALI
Un seminarista ci racconta i suoi nonni

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

ADORAÇÃO EUCARISTICA QUINTA-FEIRA
Rezamos pelas vocações sacerdotais e religiosas

primeira-sexta-feria
"Quero abandonar-me no Coração de Jesus como um menino que repousa no coração da mãe"

PRIMO SABATO DEL MESE
Per consolare il Cuore Immacolato di Maria

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Tutti quelli che conoscono la bontà di Dio non tralascino mai di celebrare le divine lodi. (San Giovanni Fisher)