MENU

NEWS

DOMENICA 26 LUGLIO - XVII dom. del Tempo ordinario

LUCE SUL MIO CAMMINO - La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

DOMENICA 26 LUGLIO 2020

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO A

+ Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 13,44-52)

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo. Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra. Ancora, il regno dei cieli è simile a una rete gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. Quando è piena, i pescatori la tirano a riva, si mettono a sedere, raccolgono i pesci buoni nei canestri e buttano via i cattivi. Così sarà alla fine del mondo. Verranno gli angeli e separeranno i cattivi dai buoni e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. Avete compreso tutte queste cose?». Gli risposero: «Sì». Ed egli disse loro: «Per questo ogni scriba, divenuto discepolo del regno dei cieli, è simile a un padrone di casa che estrae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche».

Parola del Signore.

Spunti di riflessione

Nel Vangelo di questa domenica Gesù continua a spiegare, attraverso le parabole, che cosa sia il Regno dei Cieli. Questi brevi racconti sono per Lui una forma di linguaggio, semplice e chiara, che arriva direttamente al cuore dell’uomo, per indurlo all’azione.

Nella prima Parabola Gesù paragona il Regno dei Cieli a un tesoro, nascosto in un campo, che un uomo trova, ma che nasconde nuovamente, per poi andare - pieno di gioia - a vendere tutti i suoi averi e poter comprare quel campo: non si accontenta di portare via con sé il tesoro, mantenendo tutto il resto, ma compra quel campo e vende i suoi possedimenti. La seconda Parabola prosegue mostrandoci la figura di un mercante che vende tutti i suoi averi per comprare una perla di grande valore. Questi uomini hanno certamente trovato - in quel campo e nella perla preziosa - ciò che può dare una svolta e un senso alla loro vita, per cui nulla in confronto ha più importanza. C’è il famoso proverbio, che dice: “chi trova un amico trova un tesoro”. Questo tesoro, la perla preziosa, è Gesù stesso, un amico che cambia totalmente l’esistenza di chi lo accoglie.

Il ritrovamento di un tesoro è certamente qualcosa di inaspettato e di imprevisto, ma che esige la nostra attenzione, così come l’andare in cerca di perle preziose. La preziosità delle cose, di ogni cosa, spesso non è percepibile per chi vive la vita in modo superficiale. Tante volte questo tesoro nascosto si può celare nelle necessità di una persona, che aspetta un nostro gesto di carità; nell’incertezza di qualcuno, che aspetta un nostro consiglio o un aiuto; in chi forse attende da noi un semplice sorriso. È necessario, però, vendere i nostri averi, il nostro campo, lasciare le nostre sicurezze, le nostre comodità e accogliere “quell’imprevisto”, come un’occasione da non perdere, per permettere a noi stessi di riconoscere nell’altro
Gesù stesso, nella certezza che: “tutto concorre al bene, per quelli che amano Dio”.

In questo risiede la vera Sapienza! Ne troviamo un bellissimo esempio in Salomone, che non chiese al Signore ricchezze o lunga vita, ma “un cuore docile, perché sappia rendere giustizia al tuo popolo e sappia distinguere il bene dal male”. Questa proposta piacque tanto al Signore, che benedì il suo regno con ogni grazia: “Ti concedo un cuore saggio e intelligente: uno come te non ci fu prima di te né sorgerà dopo di te”.

Il tesoro nascosto, inoltre, è per noi Gesù vivo e vero, che si “nasconde” sotto i veli eucaristici. A tal proposito non possiamo non ricordare i Pastorelli di Fatima, che chiamavano il Santissimo Sacramento, presente nel Tabernacolo, col nome di “Gesù Nascosto”. In seguito alle apparizioni, fecero dell’Eucaristia il tesoro più prezioso della loro esistenza. San Francesco Marto passava tante ore accanto al tabernacolo, per consolare il Signore e riparare i peccati degli uomini, ingrati nei confronti di questo Sacramento. “Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché ai piccoli hai rivelato i misteri del Regno”.

Questo deve essere un richiamo anche per noi, affinché non dimentichiamo di fare frequenti visite al Santissimo Sacramento, presente nelle nostre Chiese, impegnandoci a “vendere” un po’ del nostro tempo, per guadagnare la Sua compagnia e arricchirci del Suo amore.

Gesù conclude questa parte del suo discorso con un’altra Parabola, in cui paragona il Regno dei Cieli a una rete, gettata nel mare, che raccoglie ogni genere di pesci. I pescatori, tiratala a riva, distinguono i pesci buoni da quelli cattivi, che vengono gettati via. Nella nostra vita inevitabilmente capitano situazioni di ogni genere, ma la vera Sapienza ci deve aiutare a fare un discernimento: cosa è veramente importante per la nostra esistenza, così come Dio l’ha pensata per noi? Dobbiamo allora essere come quel discepolo del Regno, che trae dal suo tesoro cose nuove e cose antiche; le “cose nuove” si riferiscono alle grazie che il Signore ci concede; le “cose antiche”, invece, alle rinunce che la sua sequela comporta, così da arrivare a conquistare un posto nel Regno dei Cieli.

Facciamoci aiutare da Maria Santissima, Sede della Sapienza, sicuri che ci otterrà da Dio un cuore docile, saggio e intelligente, così da fare della nostra vita un dono, per gli altri e per tutta la Chiesa.

 

 

 

 

 

in Evidenza

SAN GIOVANNI MARIA VIANNEY
Dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti, Dio ha scelto ciò che nel mondo è debole per confondere i forti (cfr 1 Cor 1,27).

DOMENICA 2 AGOSTO - XVIII dom. del Tempo ordinario
LUCE SUL MIO CAMMINO - La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

La devozione riparatrice dei "CINQUE PRIMI SABATI DEL MESE"
Meditando i misteri gloriosi, consoliamo il Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

L'anima partecipa di Dio compiendo in compagnia di lui l'opera della Santissima Trinità. (San Giovanni della Croce)