MENU

NEWS

IV DOMENICA DI PASQUA - 08 Maggio 2022 - ANNO C

La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

Vangelo

Alle mie pecore io do la vita eterna

+Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 10,27-30)

In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono.
Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano.
Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».

Parola del Signore

Spunti di riflessione

Nel Vangelo di questa Domenica, Gesù ci parla del rapporto tra “Pastore e pecore” per illuminarci sul rapporto tra Lui, il Creatore e Maestro, e noi, le anime da Lui create e a Lui affidate.

Ci propone un itinerario da percorrere, per seguirlo verso la vita eterna.

Sappiamo che tra il Pastore e il suo gregge esiste una relazione personale, forte e intima.

La parola “mie” – “le mie pecore” – sottolinea quest’intimità: vuol dire che gli appartengono, che le conosce individualmente.  È evidente che la conoscenza tra le persone nasce dopo un dialogo e uno scambio di pensieri, è frutto di una relazione viva.

Appartenere a Gesù vuol dire entrare in un rapporto vivo con Lui.

Mi ascoltano”. Ascoltare è parte essenziale del dialogo tra due persone. Gesù non è muto, Lui ci parla, ci educa, ci forma e sussurra sempre qualcosa nel nostro cuore. Possiamo sentire la sua voce nella preghiera, nella meditazione della sua Parola, nei sacramenti, soprattutto della Riconciliazione e dell’Eucaristia, e nella quotidianità della vita.  Basta sapersi sincronizzare con la sua onda.

“Esse mi seguono”. Dopo l’ascolto e la conoscenza viene “il seguire”: Gesù ci mette in cammino verso una meta, ci indica un traguardo dove ci vuole portare. È un luogo che ancora non conosciamo. Lui non si fa nostro Pastore solo per stare con noi, ma per portarci con Lui a “un pascolo migliore”, a una realtà che ci supera, che solo Lui conosce.

Questo traguardo è la vita eterna, ma non possiamo entrare lí senza il suo aiuto e senza la sua Grazia. Gesù assicura la vita eterna a quelli che lo seguono: “non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano”. Perché chi vive lo spirito del Signore vince ogni male e supera ogni tentazione. 

Gesù ci vuole far conoscere il Padre: “Io e il Padre siamo una cosa sola”. Desidera che noi amiamo il Padre e che vediamo il Padre.

Nel mistero della Santissima Trinità Gesù vive rapporti di amore e comunione eterne con il Padre e lo Spirito Santo: “Così le tre Persone Divine sono distinte nelle loro relazioni reciproche, ma senza successione temporale: perché le tre Persone sono coeterne e le loro relazioni non sono dentro, ma fuori tempo.”  (CCC)

Quindi seguire il Buon Pastore ci porta alla contemplazione della Trinità per tutta l’eternità. Questo non è poco, ma è un destino di santità.

Più santamente vivremo quaggiù, più pienamente godremo della Visione beatifica della Santissima Trinità in Cielo. È proprio lí che Gesù ci vuole condurre.

 

 

in Evidenza

VERGINE MADRE
La DONNA che fece nascere la CHIESA e si chiamò MA-DONNA

VI DOMENICA DI PASQUA - 22 Maggio 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

adoraco-eucaristica
Rezamos pelas vocações sacerdotais e religiosas

CATECHESI FCIM VILLA TROILI
Tema: "La professione della Fede prima parte del CCC"

retiro-das-familias
Encontro mensal para as famílias. Tempo fundamental para o próprio caminho com Deus.

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Coltiva l'intimità con lo Spirito Santo — il Grande Sconosciuto — perché è Lui che ti deve santificare. (San Josemaría Escrivá)