MENU

NEWS

La Verità vi farà liberi

Editoriale del Maria di Fatima – Maggio 2021

di padre Mario Piatti, icms

MARIA DI FATIMA - n°4, maggio 2021

EDITORIALE

 

Nella sua seconda lettera San Pietro scrive: “Non per essere andati dietro a favole artificiosamente inventate vi abbiamo fatto conoscere la potenza e la venuta del Signore nostro Gesù Cristo…” (2 Pietro 1,16). Le favole (“miti”, come dice il testo greco), la narrativa fantastica, possono colpire l’immaginazione ed essere gradite, a grandi e piccoli, per gli affascinanti scenari che creano o anche per i ricorrenti motivi di riflessione che generano in noi. Basti pensare all’ampia opera dei fratelli Grimm, ai racconti di Andersen o, in casa nostra, alle celeberrime vicende di Pinocchio: quanti riferimenti ai valori etici e spirituali manifestano quelle pagine memorabili!

L’Apostolo invece, nel passo citato, intende il termine in senso negativo, sottolineando cioè l’inconsistenza di tutto ciò che “depista” il cuore dell’uomo, allontanandolo dal suo autentico bene. Non siamo fatti per dilettarci di fantasie, per perdere il tempo rincorrendo sogni e illusioni, ma per abbracciare appunto la Verità, per conoscere e sperimentare la Verità. Nulla di meno.

Ogni generazione si ostina a inventare i suoi idoli, ad alimentare attese “messianiche” di felicità e di redenzione “a basso costo”, comprimendo continuamente i confini del nostro spirito, riempiendo il cuore e la mente di fantasmi, destinati a svanire, come le ombre e le immagini di un sogno, al risveglio. Le parole dell’Apostolo risuonano, perciò, quanto mai attuali e illuminanti.

Siamo fatti per altre altezze: la nostra “Terra Promessa” non appartiene alle tormentate regioni di questo mondo: occorre guardare in su, guardare oltre, verso le mete a cui siamo destinati.

Forse dovremmo “ripassare” insieme -trepidanti, come prima di un esame impegnativo- i punti focali, le coordinate della vita, come sono rivelate da Dio, alla luce della nostra intelligenza e della nostra ragionevolezza.

Il Vangelo e tutta la Rivelazione ci parlano di un Creatore, Signore del Cielo e della Terra. La prima domanda, che scaturisce inevitabilmente da un animo sincero -e aperto alla realtà, senza pregiudizi- guarda caso è proprio questa: “Ma chi ha fatto tutto quello che vedo? Chi è l’autore di ogni cosa, che esiste intorno a me? Chi ha compiuto quest’opera immensa, riflessa nel mistero del mio cuore?”

Siamo creati per aprirci alla realtà -non per “ridisegnarla” a nostro piacere-; siamo assetati, infatti, di Verità, iscritta nel DNA di ogni cosa.

La Verità -non le “favole”, i sogni, le illusioni- è attestata e confermata da ogni versetto del Vangelo, ci è proposta attraverso la Tradizione viva della Chiesa e ci è testimoniata e avvalorata dall’esempio dei Santi e di quanti ci hanno preceduto e ci accompagnano nel sofferto cammino della fede. Non accontentiamoci di “mezze misure”, di soluzioni parziali e temporanee: puntiamo dritti al cuore del problema, perché ogni nostra iniziativa, ogni pensiero, ogni gesto siano orientati alla loro “destinazione ultima”. Le divagazioni e le distrazioni, che quotidianamente affollano la nostra mente, hanno il solo risultato di farci perdere tempo, di spegnere le nostre energie, sottraendoci alla vera felicità, che il Signore ha preparato per noi.

La Verità ci scuote, ci riporta alla nostra personale responsabilità, al “peso” delle nostre scelte e delle nostre azioni, in vista della retribuzione finale, da parte di Dio. Questi urgenti richiami non sono favole “artificiosamente inventate”, ma costituiscono la sola autentica rilettura della nostra vita, verso la sua autentica pienezza.

A Fatima, la Vergine Maria non perse tempo né lo fece perdere ai tre fanciulli a cui apparve, alla Cova da Iria. Essi ben compresero la lezione: abbandonarono gradualmente gli innocenti svaghi, propri della loro età, per concentrarsi unicamente sull’unico tesoro, che rimane per sempre: l’Amore verso Dio e verso il prossimo.

Tutto il resto è favola, invenzione, ombra, chiacchiera, illusione. Tutto il resto è vanità, è insidia diabolica: che continua comunque a riempire, imperterrita, il cuore e le aspettative del mondo. Lasciandoci poi, come sempre, vuoti e defraudati dell’unico bene che non passa: l’Amore. Quello vero. Quello che il Signore Gesù ci ha rivelato e insegnato, morendo per noi sulla Croce e risorgendo: proprio perché fossimo liberi di amare, per sempre.    

  

***

Per ricevere una copia omaggio della Rivista Maria di Fatima,
abbonarsirinnovare l’abbonamento o qualsiasi informazione,
contattaci al 06 66541875 (lun – ven 9.30-12.00),
o inviaci una mail all’indirizzo: rivista@mariadifatima.it

 

in Evidenza

IL MATRIMONIO nel progetto di Dio
Breve commento alla lettera alle famiglie di San Giovanni Paolo II

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 12 settembre 2021 - ANNO B
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

devoo-do-primeiro-sbado-do-ms
Reparando o Coração Imaculado de Maria

Celebrazione del 12 del mese
Da maggio ad ottobre

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

L'ideale per i genitori consiste nel farsi amici dei figli: amici ai quali si confidano le proprie inquietudini, con cui si discutono i diversi problemi, dai quali ci si aspetta un aiuto efficace e sincero. (san Josemaría Escrivá)