MENU

NEWS

MISSION IMPOSSIBLE: “VIENI E SEGUIMI!”

Altro che Tom Cruise…

di p. Matteo Bizzotto, icms

(estratto dal MARIA DI FATIMA - n°8, dicembre 2020)

 Dal cuore del Brasile, un nostro giovane Missionario scrive al cuore dei ragazzi su ciò che li condurrà al Cuore di Dio: la chiamata e la risposta

 

Cari ragazzi,
Oggi parliamo di vocazione! …. Ehi! No, no, non girate pagina!! Lo so, lo so…. Di solito quando si tocca questo argomento -nei campi-scuola o negli incontri giovani- generalmente la reazione di tutti è simile a quella di chi è vicino a una persona con la tosse in tempi di Coronavirus… Fuga immediata!  Ma aspettate un attimo. Forse, se avete la pazienza di arrivare in fondo a questo articolo, le idee saranno un po’ più chiare.  O almeno spero... Ma facciamo un po’ di ordine.

 

CHE COS’È LA VOCAZIONE?

Non è solo “roba da preti e suore”. Sì, chiaramente anche preti e suore hanno ricevuto una vocazione. Ma, nella nostra vita, tutti abbiamo una vocazione! “Ehhh… Vabbè che esagerato!” Sì, sì, amico mio! Vocazione, infatti, è una parola di origine latina che significa “chiamata”. Se c’è una chiamata, come minimo ci devono essere tre cose: Qualcuno che chiama; qualcosa da dire e qualcuno che ascolta.

 

QUALCUNO CHE CHIAMA

Il Signore dal seno materno mi ha chiamato, fin dal grembo di mia madre ha pronunciato il mio nome (Is 49, 1).

All’origine di ogni chiamata, c’è il Signore. È Lui che sceglie e ci invita a seguirlo. Leggendo il Vangelo possiamo vedere un sacco di volte Gesù che chiama a sé quelli che poi costituirà suoi discepoli. E li sceglie e li chiama per una missione speciale! Una missione che li farà sentire felici e realizzati. Perché è questo che il Signore vuole: renderci felici. Lui ci ha creati e Lui sa che cosa veramente realizza le nostre ispirazioni e i nostri sogni. Dio ci ama e ci chiama a realizzare col suo aiuto qualcosa di bello e di grande.

 

QUALCOSA DA DIRE

Avete presente nei film di Mission Impossible quando Tom Cruise riceve un messaggio che si autodistrugge? Perfetto! Anche Dio ci comunica un messaggio. Ci chiama a realizzare qualcosa di specifico per Lui e per il suo Regno. Ci sceglie per compiere una missione. Di solito sembra davvero impossibile, ma accettandola poi si scopre che Lui ci aiuta. Tuttavia, Dio ha bisogno del nostro !
E, come nel film, ogni chiamata è personalizzata. La conosce soltanto chi la riceve. È unica e irripetibile e quando diciamo “”, l’avventura comincia!
C’è chi è chiamato a donare la sua vita ad un’altra persona nel matrimonio e a costituire una famiglia. C’è chi è chiamato, attraverso una donazione particolare, a vivere una vita celibataria, e quindi a spendersi nella sua professione in modo speciale riempiendo la sua solitudine con una vita più vicina a Gesù e potendo così dare molto agli altri.
Infine, c’è chi è chiamato a una mission impossible particolare… Seguendo Gesù ancor più da vicino con una vita simile alla sua, totalmente donata per gli altri e per la Gloria del Padre.

 

QUALCUNO CHE ASCOLTA

Come vedete, tutti abbiamo una vocazione, una missione speciale in questa terra che ci è necessaria per raggiungere il Cielo. Sì, perché il nostro obiettivo finale è la santità! Questo è ciò che accomuna tutte le vocazioni! I santi sono coloro che hanno davvero ascoltato e corrisposto alla chiamata di Dio. E tra questi ci possiamo, anzi, ci dobbiamo essere anche noi!
Scelti per una missione speciale, il Signore ci dà tanti doni e talenti per realizzarla. Dobbiamo solo scoprirli e tirarli fuori. Alcune qualità sono naturali, altre si possono imparare, possono crescere e maturare, ma tutte sono indispensabili per svolgere bene la nostra missione. Come scoprirle? Beh, tante persone ti possono essere utili, ma sicuramente avere una buona guida spirituale ti aiuterà molto a fare “discernimento”, cioè scoprire quali doni Dio ti ha dato e come metterli in pratica rispondendo così alla chiamata di Dio nella tua vita.

 

AQUILE O GALLINE

Il Signore ci lascia liberi e ciò significa che i tuoi doni li puoi anche seppellire e non accettare la missione che Lui aveva su di te. Tuttavia, in questo modo, mettiamo a rischio la nostra felicità e finiamo per vivere di rimpianti. Saremmo come un’aquila che rinuncia a volare per paura dell’altezza e si riduce a mangiare il mais insieme alle galline nel pollaio… Non proprio una bella fine per un’aquila, insomma! Non so se vi ricordate, ma c’è un episodio nel Vangelo dove Gesù chiede a un giovane di seguirlo… All’inizio sembra entusiasta e pronto a tutto, ma poi… ci rinuncia! Aveva troppa paura! Troppe cose da lasciare! Quante volte anche noi abbiamo paura di seguire Gesù… Lasciare la fidanzata, il calcio, la famiglia, i propri sogni... Eppure, chi segue Gesù non rimane deluso, perché incontra molto di più! Ve lo dice uno che all’inizio aveva paura di lasciare tutte queste cose, ma poi ha scoperto che è stata la scelta più bella della sua vita.

 

Se dovessi sintetizzare i “segni” di una vocazione mi piace pensare a un mix di tre stati d’animo: inquietudine, pace e gioia.

 

MA COME FACCIO A CAPIRE QUAL È LA MIA MISSIONE?

Beh, è difficile che ti arrivi un messaggio che si autodistrugge su WhatsApp e di solito Gesù non usa software complicati, ma ti può mandare alcuni segnali che tu devi essere attento a cogliere. Se dovessi sintetizzare i “segni” di una vocazione, mi piace pensare a un mix di tre stati d’animo: inquietudine, pace e gioia. In che senso?

INQUIETUDINE COL MONDO - Ci sono momenti in cui ti accorgi di avere tutto ma, allo stesso tempo, ti manca qualcosa, senti di non essere tranquillo e sereno. Ecco, forse questo vuoto è provocato apposta affinché tu possa cercare altrove la tua missione. Devi metterti in gioco e con l’aiuto di un sacerdote riflettere su questo stato d’animo.

PACE CON DIO - Forse in alcuni momenti, come la preghiera o l’adorazione Eucaristica, senti una pace profonda. Se cerchi questa intimità profonda col Signore e ti piace stare alla sua Presenza, probabilmente Gesù già sta parlando al tuo cuore. Apriti a Lui chiedendogli che ti mostri come fare la Sua volontà.

GIOIA PER GLI ALTRI - Se senti forte il desiderio di fare qualcosa di specifico per gli altri. Di annunciare il Signore ai ragazzi, ai giovani, alle famiglie, ai malati, ai poveri. Se facendo qualcosa di questo tipo ti senti felice e realizzato, può essere un chiaro segno di una missione più grande alla quale Dio ti chiama.

 

PER CONCLUDERE…

In ogni caso, sappi che ogni vocazione è come una strada che ti conduce a quell’obiettivo definitivo che è il Cielo. Il Signore ci ha donato la vita, ora tocca a noi viverla bene affinché, insieme a coloro che il Signore ci fará incontrare, possiamo essere felici per l’eternitá. La Beata Chiara Luce Badano, una ragazza che ha corrisposto in pieno alla Missione che Dio le aveva assegnato in questo mondo, diceva cosí: “I giovani hanno una vita sola e vale la pena di spenderla bene!».

Ti auguro una buona missione! Ci saranno molte sfide e pericoli, altro che Tom Cruise! Ma puoi contare sull’aiuto di Qualcuno che non ti abbandona mai.

 

***

 Per ricevere una copia omaggio della Rivista Maria di Fatima,
abbonarsirinnovare l’abbonamento o qualsiasi informazione,
contattaci al 06 66541875 (lun – ven 9.30-12.00),
o inviaci una mail all’indirizzo: rivista@mariadifatima.it

 

 

in Evidenza

La MATERNITÀ secondo lo spirito
Ogni donna deve essere madre in senso spirituale. Alcune donne, però, lo diventano per vocazione, proprio attraverso la rinuncia al matrimonio e alla maternità fisica

II DOMENICA DI PASQUA o della DIVINA MISERICORDIA - 11 aprile 2021 - ANNO B
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

SANTA GEMMA GALGANI
Una “Gemma” per Dio: dalle Sue piaghe sboccia il fiore più bello

L’invincibile forza della Croce
Editoriale del Maria di Fatima – Aprile 2021

CALENDARIO EVENTI

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Maria, Madre di Misericordia, fa' che manteniamo sempre viva la fiducia nel tuo Figlio, nostro Redentore. (San Giovanni Paolo II)