MENU

NEWS

SABATO SANTO

di P. Luigi Polvere icms

È certamente un giorno un po’ scomodo il Sabato Santo. É un giorno di silenzio e di dolore, é il giorno dell’attesa e a nessuno piace attendere. Questo mondo frenetico ci abitua a correre e tutto deve essere immediato, a disposizione, sempre secondo i nostri schemi e a nostra misura; ma le opere di Dio maturano nel silenzio e nella pazienza, crescono nel nascondimento e danno frutto a suo tempo. Il Re dei re, Colui che é Signore del tempo e della storia, ha voluto sottomettersi all’impotenza della morte, ha sperimentato l’abbandono e la lontananza da Dio, é entrato nel buio del sepolcro perché nessuno uomo possa mai sentirsi solo; e tutto questo per dimostrarci che persino nei luoghi più oscuri e dolorosi Egli è pronto ad accendere una luce. Come ci ricorda il salmo: “Se salgo in cielo, là tu sei, se scendo negli inferi, eccoti. Se prendo le ali dell'aurora per abitare all'estremità del mare, anche là mi guida la tua mano e mi afferra la tua destra. Se dico: almeno l'oscurità mi copra e intorno a me sia la notte; nemmeno le tenebre per te sono oscure, e la notte è chiara come il giorno; per te le tenebre sono come luce”. (Sal 139,8-12)

Possiamo dire che tutto ció che Dio realizza nella nostra vita porta sempre in sé questa triplice logica: morte, sepoltura e risurrezione. Noi vorremo sempre saltare alla gloria senza passare né dalla morte, né dall’attesa... ma non si puó. Il chicco di grano deve morire e marcire nella terra per poter dare frutto. È un passaggio obbligato e ogni buon contadino lo sa. Per questo non si preoccupa quando non vede piú il seme o quando lo vede scomparire nella nuda terra, ma continua ad avere fiducia e a proteggere la sua semina fino al giorno glorioso della fioritura.

Allora, anche noi sull’esempio di Maria Santissima, siamo chiamati a proteggere quel seme, a credere nella sua potenza. In questo giorno - e in tutti i “sabati santi” della nostra storia - quando sembra che Dio dorma, che sia impotente, che tardi a manifestarsi, siamo chiamati a non perdere la speranza, ad attendere con fiducia perché Dio sa quello che fa, mantiene sempre le sue promesse e con le nostre preghiere - come ha fatto Lei - affrettare l’alba della Resurrezione. “Io salirò fino ai piedi della Croce, mi stringerò al Corpo freddo, al cadavere di Cristo, con il fuoco del mio amore, lo schioderò con i miei atti di riparazione e con le mie mortificazioni, lo avvolgerò nel lenzuolo nuovo della mia vita limpida, e lo seppellirò nel mio cuore di roccia viva, dal quale nessuno me lo potrà strappare, e lì, Signore, puoi riposare! Quand’anche tutto il mondo ti abbandoni e ti disprezzi, serviam! Ti servirò, Signore!” (San Josemaría Escrivá, Via Crucis, XIV stazione).

Chiediamo alla Madonna che ci aiuti in questo giorno a mantenere viva la fiamma della fede, a ricoprire con l’olio del nostro affetto il corpo di Gesú come le tre donne che vanno al sepolcro. E, allora, mentre siamo ancora incerti e impauriti ascolteremo anche noi una voce che da dentro ci sussurra: “Perché cerchi tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato”. Ricordati come ti parlò quando era ancora in Galilea, dicendo che bisognava che il Figlio dell’uomo fosse consegnato in mano ai peccatori, che fosse crocifisso e risuscitasse il terzo giorno. Questa é sempre la logica di Dio.

 

 

in Evidenza

VERGINE MADRE
La DONNA che fece nascere la CHIESA e si chiamò MA-DONNA

VI DOMENICA DI PASQUA - 22 Maggio 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

adoraco-eucaristica
Rezamos pelas vocações sacerdotais e religiosas

CATECHESI FCIM VILLA TROILI
Tema: "La professione della Fede prima parte del CCC"

retiro-das-familias
Encontro mensal para as famílias. Tempo fundamental para o próprio caminho com Deus.

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Coltiva l'intimità con lo Spirito Santo — il Grande Sconosciuto — perché è Lui che ti deve santificare. (San Josemaría Escrivá)