MENU

NEWS

SAN GIUSEPPE

Decoro della vita domestica

di Teresa Spagnolo

Ho sempre pensato a San Giuseppe come ad uomo buono, silenzioso e concreto.

In effetti, ripercorrendo la sua vita, dal suo primo sì al progetto di Dio, ogni sua scelta è stata espressione di grande amore e sapienza, ogni suo gesto un esempio da seguire.

E pensare a Gesù Bambino accudito da un uomo così, mi commuove profondamente. Ogni volta.

Essere cresciuti da un padre che non ti ha generato è un esempio straordinario, una di quelle storie piene di speranza e di possibilità da offrire a molti, soprattutto ai bambini rimasti senza padre, e a cui restituire una vita decorosa.

La parola “decoro”, inizialmente, mi fa venire subito in mente una serie di cose messe insieme con un certo criterio, con lo scopo finale di creare armonia e bellezza.

E forse sembra ovvio, ma ovvio non è, aspettarsi che un buon padre di famiglia provveda alle necessità dei suoi cari, lavorando con amore e finalizzando le sue fatiche in tal senso. Penso a Maria che governa la sua dimora con grande cura e ordine, e a Giuseppe che provvede a costruire e a riparare ciò che si rompe. Un modo di vivere semplice, ma dignitoso, nella serenità di avere in casa un valido punto di riferimento per ogni necessità e imprevisto.

Creare armonia e bellezza in una famiglia, però, secondo me, significa anche provvedere ad altri tipi di necessità, molto più intime e profonde. Un buon padre di famiglia si prende cura anche delle emozioni dei suoi cari, del loro stato d’animo, della capacità di relazionarsi; sprona e valorizza l’operato di ciascuno, invita alla preghiera e alla condivisione. Chissà quante volte Gesù Bambino si è confrontato con Giuseppe, ricevendo sempre un buon esempio.

San Giuseppe è il modello a cui rivolgerci ogni qual volta nelle nostre famiglie viene a mancare la necessaria armonia tra le parti, ogni qual volta qualcosa si rompe.

Quando la stanchezza e la diversità di opinione, ad esempio, portano a litigi e incomprensioni, dovremmo pensare a lui e ricordare che anche nei momenti di tensione verbale può esistere un modo garbato, educato e composto di dialogare.

Quando il mondo in cui viviamo ci sembra un luogo decisamente poco decoroso in cui far crescere i nostri figli, dovremmo ricordare l’esempio dato da san Giuseppe nei modi e nell’agire, vivendo con il giusto pudore anche se attorno a noi vediamo ben altro. 

Quando il mondo virtuale dilagante ci rende fragili di fronte al potere delle immagini, dovremmo invocare il suo aiuto nel riequilibrare il concetto stesso di armonia e di bellezza, ricordando che un’immagine è bella quando è composta ed educata.

 

 

 

in Evidenza

Ragazzi: pronti per una 3 giorni a Roma?
Per i ragazzi delle superiori

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 02 ottobre 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

La devozione riparatrice dei "PRIMI CINQUE SABATI DEL MESE"
Meditando i misteri luminosi consoliamo il Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

primeira-sexta-feria
"Quero abandonar-me no Coração de Jesus como um menino que repousa no coração da mãe"

Catechesi di Base Cristiana
Siate pronti a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi!

catequese-fcim
O Catecismo da Igreja Católica explicado pelos Servos e Servas do Coração Imaculado de Maria

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Il Rosario si pone nella migliore e più collaudata tradizione della contemplazione cristiana. (San Giovanni Paolo II)