MENU

NEWS

Storie parallele e santa fantasia

Editoriale del Maria di Fatima – marzo 2022

di padre Mario Piatti, icms

MARIA DI FATIMA - n°2, Marzo 2022

EDITORIALE

 Storie parallele e santa fantasia

 

Le vicende, quaggiù in terra, sembrano viaggiare sempre su “binari paralleli”: vi è una Storia scritta dai potenti, fatta di grandi avvenimenti, di guerre e di rivoluzioni; vi è la piccola cronaca di ogni giorno, il nostro “vissuto”, l’esperienza quotidiana e comune di noi, miseri mortali.

Vi è poi una “Storia” speciale, scritta dal Signore, che si innesta nelle due precedenti, illuminandole, aprendole agli orizzonti infiniti dello Spirito e proseguendo, lungo i secoli, a seminare la sua luce di Grazia e di speranza.

 

A questo livello si colloca, nel Vangelo, la fatidica domanda che Gesù pone ai suoi discepoli. Il mondo dice “la sua”, i potenti hanno la loro opinione, la “stampa” diffonde i suoi dogmi e i suoi “vangeli”: ma voi – cioè noi, cioè io tu… – voi, chi dite che io sia? A Gesù interessa solo questo: il giudizio mio e tuo su di Lui, sulla sua Persona. Il mondo va per conto suo: oggi è più che mai impazzito: giudica senza criteri, alimenta odi e conflitti, stravolge la natura o la inventa o la ridisegna come vuole; segue i capricci del momento, ha creato ormai le sue “verità”, assurde e intoccabili; asserisce e nega contemporaneamente la stessa cosa…

In mezzo a questa Babele, di lingue e di follie, a Gesù interessa solo una cosa: che lo amiamo, che siamo disposti a seguirlo; proprio in un mondo così, che ha bisogno disperato di chiarezza, di autenticità. Di cuori che si lascino guidare dalla Verità e la testimonino ogni giorno, fedelmente.

 

Tu sei il Cristo! dice Pietro; e subito viene investito della sua missione: sarà garante e custode della fede, segno di unità per la Chiesa intera, di ogni epoca.

Riconoscere l’identità di Gesù vuol dire riscoprire la propria. Anche noi siamo chiamati a essere garanti e testimoni della fede, anzitutto nelle nostre famiglie e nei nostri ambienti. Siamo chiamati a essere segni vivi, credibili, cordiali di unità, costruttori di comunità, operatori di pace, là dove viviamo quotidianamente.  

 

La fantasia, come si sa, è la “pazza di casa”. Però a volte ci aiuta a capire meglio i problemi e le situazioni che attraversiamo. Facciamo finta, allora, per un momento, di essere già dall’altra parte, nell’eternità. Quanto desidereremmo, in Purgatorio (e ci sarebbe già andata bene, se ci trovassimo almeno lì!), di ritornare ancora quaggiù, in terra, per poter riparare, per poter meritare tanto di più; per poter amare con tutto il cuore il Signore, che ci apparirebbe nella sua Verità, mentre avremmo chiara la nostra totale ingratitudine per i numerosi benefici ricevuti da Lui. Quanto vorremmo essere ancora in vita per abbracciare il Vangelo: per viverlo, per farlo conoscere a tutti, come via di santificazione!

 

Poi ci ridestiamo – da quella “immaginazione” – e ci rendiamo conto di esserci davvero, quaggiù, in terra! Allora dovremmo esplodere di gioia: il Signore ci sta dando prova di ulteriore pazienza e misericordia, concedendoci ancora tanto tempo, tante opportunità di bene, tante grazie da accogliere e da far fruttificare! Ancora, nella sua infinità bontà, ci offre giorni di Grazia, rinnovate occasioni per incarnare la carità, per amare e perdonare i fratelli, per accumulare tesori in Cielo, dove né tignola né ruggine consumano e dove ladri non scassinano e non rubano (Mt 6,20).

Con il Cuore e gli occhi di Dio, scopriremmo che, visto dall’eternità, il miglior posto possibile e immaginabile è proprio quello in cui ci troviamo: qui e ora, quaggiù, tra le vicende e i problemi quotidiani, in mezzo ai soliti volti, agli stessi problemi, alle stesse cose da fare… Dio ci chiama qui, non c’è posto migliore, non vi è porto più sicuro per la nostra fragile imbarcazione.

 

Dio qui ci attende. Qui sua Madre intercede per noi le grazie più belle e più preziose per il nostro cammino.

 

 

***

Per ricevere una copia omaggio della Rivista Maria di Fatima,
abbonarsirinnovare l’abbonamento o qualsiasi informazione,
contattaci al 06 66541875 (lun – ven 9.30-12.00),
o inviaci una mail all’indirizzo: rivista@mariadifatima.it

 

in Evidenza

XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 25 settembre 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

PIETRE DELL’ETERNO EDIFICIO
L’Artista divino vuole preparare le pietre con le quali costruire l’edificio eterno

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

PRIMO SABATO DEL MESE
Per consolare il Cuore Immacolato di Maria

primeiro-sbado
"TEM PENA DO CORAÇÃO DE TUA SS.MA MÃE QUE ESTÁ COBERTO DE ESPINHOS"

ADORAZIONE EUCARISTICA
Tu solo hai parole di Vita eterna

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Cerchiamo di compiere il nostro dovere così come si presenta; questo è il segreto della vera fede e della pace. (B. John Henry Newman)