MENU

NEWS

UN CAMMINO DI GRAZIA

Conosciamo le OPERE FCIM!

di Vanna Siboni

Carissimi, mi presento: sono Vanna, sposata con Guido, mamma di Manuela e di Valentina; nonna di Sofia, Giacomo e della piccola Vittoria, di appena un anno. Assieme ai miei generi abitiamo a pochi km dall’Opera “Nostra Signora di Fatima” di Forlì.

Io e Guido frequentiamo l’Opera dal 2008. Qui ci sentiamo come a casa, respiriamo un’aria di pace e serenità, ci sentiamo accolti e ascoltati. Nonostante siano “transitati” diversi Padri, da ciascuno di loro abbiamo ricevuto buoni insegnamenti e li ricordiamo tutti con affetto e tanta gratitudine.

Durante questi anni abbiamo partecipato a vari incontri formativi, approfondendo diversi temi relativi alla vita cristiana. Sicuramente in noi c’è stato un graduale cambiamento, una evoluzione. Abbiamo iniziato ad essere più attenti alla Parola di Dio, a meditarla e a cercare - con i nostri limiti e con la buona volontà - di metterla in pratica: piano piano questo lavoro ci ha trasformati. A livello di coppia, la Parola di Dio ci ha aperti di più l’uno all’altro e ci ha avvicinati al Signore: è cresciuta, in tal modo, la nostra spiritualità coniugale e si è consolidato il reciproco sostegno nel nostro cammino, come una conversione quotidiana. Mi piace ricordare una delle “perle” del nostro caro Papa Francesco, espressa in una sua Udienza Generale, che mi colpì molto: “Il Vangelo è come il buon pane, che nutre il corpo di tutti”.

E così, dal nulla, al mattino dopo colazione ci siamo ritrovati a leggere e a meditare il Vangelo del giorno. Guido è molto profondo, mi fa da specchio: quante “sfumature” mi fa cogliere! E sinceramente devo ammettere che la giornata inizia positivamente. Tutto questo mi ha portato a riflettere sullo scorrere della mia vita, sui grandi numerosi doni che ho ricevuto gratuitamente; e, quando i Padri mi hanno proposto di intraprendere un cammino di preparazione per la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria, non ho esitato ad aderire. I Padri, con le loro parole chiare, durante le catechesi ci hanno immersi nella storia e nella spiritualità di Fatima.

Sin dai primi incontri, ho avvertito che questa spiegazione in parte mi apparteneva già: fin da bambina, infatti, mia mamma mi ha insegnato ad avere un rapporto diretto con la nostra Madre Celeste, a parlare con Lei, ad affidarmi e a ricevere tutto l’affetto della nostra Madonnina. E ho sempre più sentito il desiderio di aprirmi totalmente a Lei, di orientare la mia vita in un cammino spirituale più profondo, nella certezza che tutto questo porterà ulteriormente bene alla nostra coppia, alla nostra famiglia e a tutti quelli che ci stanno attorno.

Abbiamo iniziato questo percorso in un bel gruppetto di persone e questo mi rende gioiosa. Conoscendoci, riusciremo a condividere le nostre difficoltà, i nostri limiti, le nostre gioie e con l’aiuto dei Padri riusciremo a portare avanti la responsabilità di questo nuovo cammino.

La nostra cara Mamma del Cielo accetti l’offerta della nostra vita e ci ottenga da Dio il dono della perseveranza, per tutti i giorni della nostra vita.

 

Opera Nostra Signora di Fatima Forlì: www.operaforli.it

 

in Evidenza

IL MATRIMONIO nel progetto di Dio
Breve commento alla lettera alle famiglie di San Giovanni Paolo II

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 12 settembre 2021 - ANNO B
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

devoo-do-primeiro-sbado-do-ms
Reparando o Coração Imaculado de Maria

Celebrazione del 12 del mese
Da maggio ad ottobre

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

L'ideale per i genitori consiste nel farsi amici dei figli: amici ai quali si confidano le proprie inquietudini, con cui si discutono i diversi problemi, dai quali ci si aspetta un aiuto efficace e sincero. (san Josemaría Escrivá)