MENU

NEWS

XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 24 luglio 2022 - ANNO C

La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

Vangelo

Chiedete e vi sarà dato

+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 11,1-13)

Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli». Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite:
"Padre,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno;
dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,
e perdona a noi i nostri peccati,
anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore,
e non abbandonarci alla tentazione"».
Poi disse loro: «Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”; e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono.
Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!».

Parola di Dio.

Spunti di riflessione

Quando pregate dite: “Padre…”

I discepoli del Signore sono affascinati e attratti dal modo di pregare del loro Maestro, ed è proprio dopo uno dei Suoi frequenti momenti di preghiera da solo che Gli chiedono di insegnare loro questa “arte”.

E Gesù non rimanda di un attimo questa lezione, forse anche molto contento che i Suoi amici avessero finalmente trovato il coraggio di chiedergliela.

Quante cose ci impediamo di chiedere al Signore con la stessa semplicità e fiducia dei suoi discepoli, senza magari sospettare che Lui è lì che aspetta solo il nostro primo passo…!

Comunque sia: la prima cosa che Gesù insegna e da cui poi dipende tutto il resto, è di rivolgersi a Dio come al Padre, quindi con un cuore di figli, un cuore che ha rispetto e timore reverenziale, ma anche cieca e serena fiducia di essere ascoltato ed esaudito in tutto ciò che è bene per lui.

Che fa un padre per i suoi figli? Li nutre, li educa, li corregge se sbagliano, li perdona se peccano, non li abbandona nel pericolo.

E cosa si aspetta un padre dai suoi figli? Che si amino tra di loro, che si aiutino a vicenda, che si perdonino reciprocamente.

Gesù conosce il Cuore del Padre più di chiunque altro, e si è incarnato ed è venuto al mondo per manifestarlo e farlo conoscere. E conosce anche il cuore dell’uomo: restìo a chiedere perché vorrebbe bastare a se stesso, eppure bisognoso di tutto; ma anche incerto di essere ascoltato e tenuto in considerazione da un Dio così grande e potente. E allora incalza con dei paragoni a situazioni umane che portino i suoi discepoli a comprendere quello che può la preghiera di un cuore umile e perseverante sul Cuore del Padre Celeste: “Chiedete… cercate… bussate…” con l’invadenza dell’amico e, in un altro passo del Vangelo dirà con la costanza della vedova importuna.

A prima vista questa esortazione sembrerebbe stridere con un altro insegnamento ancora, in cui Gesù esortava a non sprecare parole nella preghiera pensando di venire ascoltati per il gran parlare! Ma non è così: Gesù ci invita alla perseveranza nella preghiera per tessere un rapporto intimo col Padre, fatto di fiducia, di amore, di dialogo e di ascolto, e sarà attraverso questo tipo di preghiera che entreremo nel mistero del Cuore del Padre, dove godremo senza fine le ricchezze del Suo amore per ciascuno di noi.

 

 

in Evidenza

SAN GIOVANNI EUDES
IL CULTO DEI SACRI CUORI DI GESÙ E MARIA

HAI RIVELATO I MISTERI DEL REGNO AI PICCOLI
Dalla bocca dei bimbi affermi la tua potenza

BEATA COLEI CHE HA CREDUTO!
Solennità dell’Assunzione di Maria SS.ma

XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 14 agosto 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

frias-da-fcim-no-gers-
Uma semana imperdível

ADORAZIONE EUCARISTICA
Tu solo hai parole di Vita eterna

exerccios-espirituais-para-colaboradores-fcim
Para aprofundar e renovar o próprio caminho de fidelidade a Deus na Família do CIM

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Nessun dubbio che la volontà di Maria è la stessa volontà di Dio. Consacrandoci a lei, diventiamo nelle sue mani strumenti della divina misericordia, come lei lo è stato nelle mani di Dio. (San Massimiliano Maria Kolbe)