MENU

NEWS

XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 14 agosto 2022 - ANNO C

La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

Vangelo

Non sono venuto a portare pace sulla terra, ma divisione

+ Dal Vangelo secondo Luca (Lc 12,49-53)
 
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto!
Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera».

Parola del Signore.

 

Spunti di riflessione

Non pace, ma divisione…

Leggendo il brano del Vangelo di questa Domenica, rimaniamo alquanto spiazzati. Nella Scrittura siamo abituati a sentir parlare di Gesù come “Principe della pace” (Is 9,6), come Colui che “ha distrutto l’inimicizia” e “ha abbattuto il muro di separazione” (Ef 2,14). Gesù stesso, nel “discorso della montagna”, ha proclamato “beati gli operatori di pace perché saranno chiamati figli di Dio” (Mt 5,9). Oggi, invece, ci viene detto esattamente il contrario: “pensate che io sia venuto a portare pace sulla Terra? No, io vi dico, ma divisione”.

Com’è possibile? La divisione non è l’opera del diavolo, il cui nome in greco significa appunto “colui che divide”? Può forse Gesù compiere l’opera del diavolo? C’è qualcosa che non torna…
Sicuramente Gesù – che è infinitamente più intelligente e più sapiente di noi – questo lo sapeva benissimo e se ha pronunciato queste parole è perché aveva qualcosa di molto importante da comunicarci.

Ci è utile sapere che, in questo brano del Vangelo di Luca, Gesù sta parlando ai suoi discepoli e, in maniera particolare, sta rispondendo a una domanda di Simon Pietro. Si rivolge, quindi, alle persone che sono più vicine a Lui e che, di lì a poco, lo vedranno morire in Croce (è questo il “battesimo” che Gesù si dice ansioso di ricevere). Molti di questi uditori daranno essi stessi la vita per Cristo – a cominciare dallo stesso Pietro – e conseguiranno la corona del martirio, avendone ricevuto la forza dallo Spirito Santo (il “fuoco” che Gesù dice di essere venuto a portare). Nella vita di questi “testimoni” vediamo realizzate letteralmente le parole di Gesù: “padre contro figlio, madre contro figlia…”. Infatti, nelle cronache che raccontano le storie di questi eroi della fede, leggiamo che spesso essi furono denunciati e consegnati agli aguzzini proprio dagli amici e dai familiari più cari, che cercavano di convincerli a rinnegare la loro fede. Essi, però, si mantennero fedeli e rinunciarono a salvare la loro vita terrena, pur di non rinunciare a Cristo.

Il Vangelo di questa Domenica ci dice, insomma, che chi fa la sua scelta per Cristo sarà necessariamente un “segno di contraddizione”. Gesù ci introduce in un sano realismo: non ci illude dicendoci che, se ci mettiamo alla sua sequela, andrà tutto liscio e tutti ci applaudiranno. Alcuni pensano che i cristiani dovrebbero essere così: morbidi, all’acqua di rose, inconsistenti, che non diano noia a nessuno… Gesù ci ricorda che essere suoi esige necessariamente un combattimento e che le forze del male si schiereranno contro di noi, per il solo fatto che apparteniamo a Lui. Di fronte a queste pressioni, saremo chiamati a fare una scelta, a prendere posizione. Ma non dobbiamo temere: abbiamo una Mamma in Cielo che sarà sempre dalla nostra parte, sostenendoci in ogni difficoltà e impetrandoci la grazia di testimoniare sempre la Verità che professiamo.

 

 

in Evidenza

Ragazzi: pronti per una 3 giorni a Roma?
Per i ragazzi delle superiori

XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 02 ottobre 2022 - ANNO C
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

La devozione riparatrice dei "PRIMI CINQUE SABATI DEL MESE"
Meditando i misteri luminosi consoliamo il Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

primeira-sexta-feria
"Quero abandonar-me no Coração de Jesus como um menino que repousa no coração da mãe"

Catechesi di Base Cristiana
Siate pronti a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi!

catequese-fcim
O Catecismo da Igreja Católica explicado pelos Servos e Servas do Coração Imaculado de Maria

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

Il Rosario si pone nella migliore e più collaudata tradizione della contemplazione cristiana. (San Giovanni Paolo II)