MENU

NEWS

XXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 22 agosto 2021 - ANNO B

La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

Vangelo

Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna.

 

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 6,60-69)

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?».
Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono».
Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui.
Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».

Parola del Signore.

 

Spunti di riflessione

La Parola di Dio, come sappiamo, interpella il nostro cuore: ci turba, ci “lacera”, portandoci a un’esperienza di fede più matura e autentica. La Parola ferisce e purifica, insegna e fa maturare. Se vogliamo servire il Signore, con assenso della mente e del cuore, centrati sull’amore e non sulla paura del castigo per le colpe commesse, proclamiamo a gran voce le stesse parole del profeta Giosuè “Quanto a me e alla mia famiglia, serviremo il Signore”. Questo proposito si realizza attraverso il vaglio della Parola di Dio.

Lungi dall’essere un obbligo soffocante, servire il Signore è un’esperienza che rinfranca e rinnova, anche di fronte ai Suoi appelli, a volte duri. Tuttavia, gustando il suo amore, incomparabilmente unico e inconfondibile, la cui essenza si riversa nei cuori umili, è possibile assaporare la soavità e la gioia, che, come lode, traboccano nella nostra anima. Di fronte agli esigenti appelli della Sua Parola è necessario ricordare che il “Signore è buono e ascolta il grido dei giusti”, esortandoli a fare la sua volontà, che diventa un “giogo leggero” e una occasione di autentica rigenerazione.

Tra tanti Suoi appelli “forti”, affermiamo con verità la bellezza della Famiglia e dell’Eucaristia.

In tempi in cui la famiglia è perseguitata, incompresa, screditata o addirittura “surrogata”, la Parola di Paolo funge da allarme e da bussola per questi nostri tempi: “Per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una sola carne. Questo mistero è grande, in relazione a Cristo e alla Chiesa”. La bella realtà della famiglia può essere compresa solo alla luce dell’amore con cui Cristo ama la sua Chiesa. Non è un amore passeggero, non è amore indeciso, non è amore mutevole. È l’Amore definitivo e perenne, che offre tutto come dimostrazione di amore. La famiglia non segue la logica del mondo, perché non è stato il mondo «che ha dato la vita per la salvezza di molti». Il pensiero moderno, nefasto e contraddittorio, è incapace di vedere la realtà della famiglia “dall'interno”, da una logica cioè che superi la ricerca del benessere, l’egoismo e l’affermazione di sé. Questa Parola è dura! L’amore vero che la Chiesa, Sposa di Cristo, nutre per la famiglia, la rende annunciatrice e garante di un bene inalienabile. Ci viene in mente la Gaudium et Spes al n. 48: “L’intima comunità di vita e d’amore coniugale, fondata dal Creatore e strutturata con leggi proprie, è stabilita dall’alleanza dei coniugi... Dio stesso è l’autore del matrimonio”. Lungi dall’intiepidirci di fronte all’incredulità o alla chiusura dei cuori, continueremo a proclamare la verità sulla famiglia, fondata sulla Scrittura, la Tradizione e il Magistero. Questa Parola è “dura”! Ma da chi andremo, se non da Te, Gesù?

Allo stesso modo, la vita eucaristica dei credenti ha bisogno di un continuo progresso! Ascoltare la Parola di Nostro Signore e nutrirsi del suo Corpo è essenziale per consolidare il nostro legame con Lui. L’Eucaristia scandisce il ritmo delle nostre giornate e ci conferma che, dietro la “durezza”, facciamo esperienza della soavità di Dio. La ferma certezza di seguire il Signore Gesù Cristo, anche quando non comprendiamo la strada o la sua Parola esigente, ci getta tra le braccia del dolce abbandono, come i Santi, che lottando per superare se stessi hanno dato a Gesù la prova dell’amore più puro. San Giovanni Paolo II, nell’Esortazione Ecclesia de Eucharistia, ci ricorda: “La Chiesa vive dell’Eucaristia. Questa verità non esprime soltanto un’esperienza quotidiana di fede, ma racchiude in sintesi il nucleo del mistero della Chiesa. Con gioia essa sperimenta in molteplici forme il continuo avverarsi della promessa: «Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo» (Mt 28,20); ma, ma nella sacra Eucaristia, per la conversione del pane e del vino nel corpo e nel sangue del Signore, essa gioisce di questa presenza con un’intensità unica” (n. 1).

Donaci questo Pane, o Gesù! Insegnaci con la Tua Parola, o Gesù! Non permettere che ce ne andiamo, ma fa’ che guardiamo costantemente a Te, Pane Vivo disceso dal Cielo. Solo Tu hai parole di vita eterna. Solo Te vogliamo ascoltare, solo Te vogliamo cercare, solo di Te vogliamo inebriarci.

 

 

in Evidenza

IL MATRIMONIO nel progetto di Dio
Breve commento alla lettera alle famiglie di San Giovanni Paolo II

XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO - 12 settembre 2021 - ANNO B
La Parola di Dio commentata ogni settimana dai Servi e dalle Serve del Cuore Immacolato di Maria

CALENDARIO EVENTI

Prossimi eventi

devoo-do-primeiro-sbado-do-ms
Reparando o Coração Imaculado de Maria

Celebrazione del 12 del mese
Da maggio ad ottobre

DONA ORA

Con una piccola donazione puoi riaccendere la speranza di uomini, donne e bambini in Brasile e, anche in Italia...

Dona alla fondazione

La Rivista ufficiale della
Famiglia del Cuore Immacolato di Maria

ABBONATI ALLA RIVISTA |

NEWSLETTER

La newsletter è uno strumento per rimanere sempre in contatto con noi e per essere sempre aggiornati sulle principali attività della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria. Iscrivendoti riceverai gratuitamente notizie brevi, links ad articoli.

Pillole di SpiritualiTà

L'ideale per i genitori consiste nel farsi amici dei figli: amici ai quali si confidano le proprie inquietudini, con cui si discutono i diversi problemi, dai quali ci si aspetta un aiuto efficace e sincero. (san Josemaría Escrivá)